Post in evidenza

Serie A TIM scende in campo con Better e arriva sui PC, TABLET e SMARTPHONE, streaming per tutti gli appassionati registrati su Better!

Novità in arrivo per gli appassionati di betting, da ora diretta streaming di tutte le partite dei campionati italiani di Serie A TIM,...

21 giugno 2016

Scommettere con metodo scientifico: la matematica applicata al betting

Se a scuola la matematica era un incubo, applicarla ora al betting potrebbe realizzare il vostro più grande sogno: vincere le scommesse sportive! 
Scommettere con metodo scientifico: la matematica applicate al betting
Si gioca per passione, per vizio o per guadagnare: in ogni caso, comunque, si vuole vincere, anche se spesso non ci si riesce. A meno che non si inizi a scommettere con metodo scientifico, applicando le regole matematiche alle giocate. Ma funziona davvero? Scopriamolo insieme.

Avere pazienza: il primo step verso la vittoria

Chi lavora per i bookmaker calcola tutte le quote per fare in modo che ogni combinazione possibile risulti sempre inferiore ad 1, rendendo di fatto la vincita al gioco improbabile per gli scommettitori, che quindi si vedono costretti ad aggrapparsi al fattore fortuna. Ovviamente perdente. Se volete guadagnarvi da vivere, o mettere da parte un gruzzolo per le vacanze o per gli acquisti con le scommesse sportive, dovete entrare nell’ordine di idee che è necessaria estrema pazienza (il vero valore aggiunto dello scommettitore professionista) e che i risultati sono tangibili solo nel lungo periodo.

Scommettere con il metodo scientifico della martingala di Hawks

La soluzione più immediata e semplice da attuare è quella elaborata dal matematico americano, che prevede di raddoppiare la puntata in caso di perdita, per gli eventi quotati almeno 2. Il problema si verifica nel momento in cui la vincita tarda ad arrivare e quindi va a coincidere con la puntata iniziale. È il caso del giocatore che inizia a scommettere 5 euro e vince solo al quarto tentativo: 5+10+20+35=70 e 35*2= 70. Non c’è margine, a meno che la quota non sia superiore a 2.
In ogni caso, nel lungo periodo la martingala di Hawks paga e si configura come un modo per scommettere con metodo scientifico senza doversi barcamenare tra formula matematiche.
Per quanto riguarda la scelta della scommessa su cui puntare, questo sistema presenta una caratteristica peculiare quando viene applicato al calcio. Se prendiamo la Serie B come esempio, infatti, possiamo notare che le squadre di media classifica (che si salvano solitamente con buon anticipo) tendono, nell’arco di un anno, a pareggiare circa un terzo delle partite giocate. Questo significa che, statisticamente, ne pareggiano una ogni tre, rendendo così favorevole l’applicazione della martingala, anche perché la quota X viene proposta tra 2,5 e 3,5.
L’ideale, per evitare l’investimento iniziale, è scegliere un bookmaker che offra un bonus all’iscrizione, così da partire subito con un budget consistente per scommettere con metodo scientifico senza alcun timore di perdere.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

LIKE PLEASE !!!!